Da qualche anno oramai si sente sempre più spesso parlare di quante celebrità seguano una dieta senza Glutine.
Ma è davvero una buona idea eliminare il Glutine dalla propria alimentazione?
È corretto un approccio fai-da-te?
In questo articolo vediamo che cos’è il Glutine, quali disturbi provoca e se può essere davvero pericoloso eliminarlo dalla propria dieta.

📖 Tempo di lettura: 4 min

cereali

In questo periodo sto leggendo “Contro Natura” di Dario Bressanini e Beatrice Mautino, libro divulgativo molto ben fatto, te lo consiglio.

Tra i vari argomenti trattati, gli autori analizzano la questione del Glutine e di come questa molecola sia stata demonizzata probabilmente in modo ingiusto..
Dico probabilmente perchè la questione dal punto di vista scientifico non è ancora molto chiara.

1. CHE COS’È IL GLUTINE

Pasta, pane, biscotti, pizza e moltissimi altri alimenti derivati dalla farina di Frumento contengono Glutine.
Così come Farro, Orzo, Segale e altri cereali.
Ma che cos’è questo Glutine?

Prendendo come riferimento il Frumento, Il Glutine può essere definito come la frazione proteica di questo cereale ed è una macromolecola composta da due proteine, la Glutenina e la Gliadina.

2. LA PASTA GLUTINATA

pasta-glutinata

Al giorno d’oggi, scrivere sulla confezione di un prodotto “Contiene Glutine” per molte persone equivale a dire “Attenzione! contiene Veleno!”.

Ma in passato non è sempre stato così.

Grazie alla “Pasta al Glutine” di Giovanni Buitoni a metà del 1800 e alla “Pasta Glutinata” di qualche decennio dopo, il nostro Glutine non se la passava male.

La Pasta Glutinata era semplicemente una pasta alla quale veniva aggiunta una quantità di Glutine ulteriore a quella già contenuta normalmente.
Le pubblicità di quegli anni ne consigliavano l’uso a bambini, lavoratori, ammalati ed anziani, come fosse un super-cibo odierno.

Come si è passati quindi dall’esaltazione del Glutine alla sua condanna?

3. PATOLOGIE E DISTURBI LEGATI AL GLUTINE

biscotti-glutine

Il Glutine, al pari di altre molecole contenute in altri alimenti, può provocare disturbi e malattie nelle persone predisposte.

Ma nonostante queste condizioni oramai accertate, pare che negli ultimi anni stia crescendo il numero di persone in tutto il mondo aderenti ad una dieta Gluten-free senza un reale motivo (o quasi).

Prima di occuparci di questa misteriosa e sfuggevole questione, vediamo ora i principali disturbi correlati al Glutine riconosciuti dalla Medicina, oltre alla Celiachia.

Allergia al Frumento

L’Allergia al Frumento può provocare asma, rinite, orticaria ed interessare la pelle, l’apparato respiratorio e l’apparato gastro-intestinale.
Il meccanismo d’azione è quello del rilascio di Istamina, classico delle allergie.

Sindrome del colon irritabile

Il secondo disturbo è la Sindrome del colon irritabile.
L’origine non è chiara, i sintomi corrispondono a gonfiore e dolori addominali assieme alla produzione di gas.

Si è visto che le persone colpite da questa condizione traggono giovamento dalla cosiddetta dieta FODMAP, un regime alimentare che esclude carboidrati difficili da digerire, presenti nei cereali ma anche in alimenti come latte, mele e cipolle.

4. SENSIBILITÀ AL GLUTINE

pagnotta-glutine

Oltre alla Celiachia, all’Allergia al frumento e alla Sindrome del colon irritabile, vi è un altro disturbo riconosciuto solo recentemente dalla comunità scientifica, chiamato Sensibilità al Glutine, che ancora oggi fa molto discutere.

È una condizione che pare stia aumentando negli ultimi anni ed ancora poco chiara: chi ne soffre presenta sintomi molto simili a quelli delle persone celiache, senza però avere un riscontro genetico, risultando negativo ai test classici.

Mentre un celiaco può presentare sintomi deboli o assenti, ma inequivocabili lesioni intestinali e presenza di anticorpi nel sangue legati all’assunzione di Glutine, una persona cosiddetta “sensibile” riferisce sintomi importanti senza però avere le condizioni citate prima.

L’esistenza di questa Sensibilità al Glutine è quindi tutta una bufala?
Secondo alcuni scienziati parrebbe di sì.

I sintomi riportati dai pazienti sarebbero ascrivibili al cosiddetto “Effetto Nocebo”.
In sostanza, le persone si auto-convincono che il Glutine faccia male e, grazie alla forza della suggestione, sperimentano disturbi associati alla sua assunzione.

Il Glutine è una molecola difficile da digerire, può fermentare e produrre gas nell’intestino e nei soggetti più sensibili portare a gonfiore.
Ma questo non ha nulla a che vedere con una eventuale intolleranza.

I pochi studi scientifici condotti a riguardo sembrano propendere verso l’inesistenza di questa sensibilità, o comunque scagionare il Glutine come responsabile.
I cereali infatti contengono moltissime altre molecole che normalmente non vengono considerate.

Detto ciò, la Scienza ammette comunque la possibilità dell’esistenza di questa sensibilità, ma riguardante solo una piccola percentuale di persone: il 95% dei soggetti che sostengono di essere sensibili sono probabilmente vittime dell’effetto Nocebo.

5. LA DIETA SENZA GLUTINE È PERICOLOSA?

grano-glutine

Eccoci quindi a rispondere alla domanda posta ad inizio articolo: una dieta senza Glutine può essere pericolosa?

Gino Roberto Corazza, uno dei massimi esperti di celiachia in Italia, sostiene di sì.

Se una persona con sintomi da celiachia va a farsi visitare, i medici sono in grado di trovare i danni creati dal passaggio del glutine.
Ma se questa stessa persona si auto-prescrive una dieta che elimina l’assunzione di Glutine prima di farsi visitare, i segni di un’eventuale infiammazione non sono visibili.

Ciò è molto pericoloso perchè in questo modo possono esistere celiaci inconsapevoli che si auto-curano alla buona, rischiando conseguenze anche molto gravi.

Evitiamo quindi gli approcci fai-da-te e se sospettiamo di essere in qualche modo sensibili all’assunzione di Glutine facciamo tutti gli accertamenti medici del caso.


e-nergica-ricapitolando

✅ Bene, se ti è piaciuto l’articolo ti chiedo di condividerlo sui tuoi social preferiti, mi faresti davvero piacere.

👉 Iscriviti al mio Canale Youtube!
👉 Lascia inoltre un bel Mi Piace alla mia Pagina Facebook per non perderti nemmeno un articolo del blog.

Noi ci rileggiamo col prossimo articolo 🙂

Alessio


📖 Fonte articolo: “Contro Natura” – Dario Bressanini, Beatrice Mautino

Rispondi

error: