Ansia, stress, insonnia…
Questi sono alcuni dei problemi che i possessori della cosiddetta Coperta Pesante dicono di aver migliorato.
Ma ci sono reali evidenze scientifiche che dimostrano i suoi benefici?

Se non hai idea di cosa siano queste strane coperte e l’argomento ti incuriosisce, continua con la lettura! 😀

📖 Tempo di lettura: 4 min

✅ Se non hai voglia di leggere questo lungo e interessante articolo (dai su, un piccolo sforzo!), ecco qui il video-articolo, dagli un’occhiata.
Altrimenti continua con la lettura! 😀

COPERTA PESANTE - Come dormire meglio la notte 😴
Watch this video on YouTube.

LA COPERTA PESANTE

Con un peso compreso tra i 7 e gli 11 kg, queste coperte pesanti, generalmente riempite con pellet di plastica o di vetro, esercitano una pressione piacevole e costante su tutto il corpo: la sensazione è simile a quella data dai grembiuli odontoiatrici protettivi durante una radiografia.

Pare che questa pesantezza riesca ad alleviare i sintomi di stress ed ansia, aiutando ad avere un sonno tranquillo e rigenerante.

Quella della coperta pesante però non è un’idea nuova.
Per esempio, ai bambini che soffrono di autismo o altri disordini sensoriali è solito utilizzare coperte pesanti per calmarli.

Tuttavia oggi queste coperte sono diventate addirittura un business milionario aprendo il mercato al grande pubblico, con pubblicità che puoi aver visto anche tu sui Social Network.

Un produttore di queste coperte (John Fiorentino) nel 2017 ha raccolto quasi 5 milioni di dollari in una campagna Kickstarter ed ora è a capo di una azienda multimilionaria che ne ha vendute più di 100mila in tutto il mondo.

LA MACCHINA DELL’ABBRACCIO

L’idea che utilizzare la pressione uniforme creata da una coperta pesante possa aiutare ad alleviare stress e ansia, e quindi portare ad una migliore qualità del sonno durante la notte, non pare essere poi così campata in aria.

Dopo tutto, come molti genitori sanno, fasciare i bambini prima della nanna molto spesso riesce a calmarli e a farli addormentare.
E che dire degli abbracci? Un forte e rassicurante abbraccio tende a calmare anche gli adulti più tesi.

Ma ritorniamo alle nostre coperte.
In termini medici, il tipo di compressione offerto dalle coperte pesanti è chiamato “Deep Pressure Stimulation”.

Temple Grandin, professoressa associata della Colorado State University, ha dimostrato che questo tipo di stimolazione è in grado di aiutare  particolarmente le persone autistiche.

La Grandin, lei stessa affetta da sindrome di Asperger, è conosciuta per la sua “Hug Machine” o “Macchina dell’Abbraccio”, che ha inventato all’età di 18 anni mentre era al college.

In un piccolo studio del 1999, è stato scoperto che questa “Macchina dell’Abbraccio” – che permette agli utilizzatori di ottenere un livello di pressione personalizzato – diminuisce il punteggio di una “scala di tensione” nei bambini affetti da autismo, se utilizzata 2 volte alla settimana per 6 settimane, comparata con un gruppo placebo.

I ricercatori hanno teorizzato che lo stesso tipo di pressione può essere benefico anche per persone che soffrono di ansia, aiutandole a rilassarsi e a garantirsi un sonno rigenerante durante la notte.

LE EVIDENZE SCIENTIFICHE

coperta-pesante1

Ma ci sono studi sull’efficacia di queste coperte per chi soffre di insonnia o fatica a prendere sonno la notte?

Purtroppo le evidenze scientifiche a proposito sono sottili come un lenzuolo di cotone leggero, altro che coperte pesanti! 😄
Gli studi sono ancora pochi e le evidenze riscontrate sono deboli.

Merita comunque una prova?

Anche se ci sono ancora pochi studi a riguardo, non significa che l’idea della coperta pesante non sia da considerare.
Non ci sono forti evidenze scientifiche, questo è vero, ma in attesa di nuove ricerche in merito io farei una prova.

Se hai un sonno insoddisfacente e i tuoi livelli di ansia sono elevati, puoi dare una possibilità a queste coperte – premettendo che sarebbe buona cosa chiedere consiglio al tuo medico se hai problemi di circolazione o di respirazione, apnee notturne o altre condizioni croniche che possono potenzialmente controindicare il dormire con un peso extra su di se durante la notte.

QUALE COPERTA ACQUISTARE?

coperta-pesante2

Se quindi hai intenzione di provarne una, la raccomandazione generale è quella di acquistare una coperta che pesi circa il 10% del tuo peso corporeo:

  • Quindi se pesi dai 45 ai 70 kg il peso ideale della coperta è di 7 kg
  • Dagli 80 ai 100 kg è di 9 kg
  • Per le persone che pesano più di 100 kg è consigliata la coperta da 11 kg.

Il costo di  queste coperte varia dai 50 ai 180 euro online e ce ne sono di diverso tipo.
Quelle in Poliestere ad esempio non “respirano” bene come quelle di cotone e non sono la scelta migliore se tendi ad avere caldo durante la notte.

👉 Ti lascio qui un link ad una delle coperte prodotte da John Fiorentino (mi raccomando controlla il peso prima dell’acquisto):

LA CORRETTA IGIENE DEL SONNO

coperta-pesante3

Ultime raccomandazioni.

Una coperta pesante OVVIAMENTE non può risolvere i gravi problemi legati al sonno o causati da forte stress o ansia, ma può aiutare e costituire un accorgimento aggiuntivo.

Non usare mai una coperta pesante su di un neonato o un bambino.

E mi raccomando, nessuna coperta può sostituire una buona igiene del sonno, come spegnere qualsiasi dispositivo elettronico almeno un’ora prima di andare a dormire, limitare la caffeina (soprattutto a fine giornata), installare in camera da letto tende che blocchino la luce proveniente dall’esterno…

Di questo e molto altro parlo nella mia guida “Il riposo del Guerriero”, un metodo pratico che ho ideato per garantirmi un sonno rigenerante ogni singola notte.

Se sei insoddisfatto del tuo sonno e vuoi ritornare a ronfare come un bebè… beh, io gli darei un’occhiata 😉
Clicca sull’immagine qui sotto per saperne di più.

IL-RIPOSO-DEL-GUERRIERO

⭕️ CONCLUSIONI

e-nergica-ricapitolando

Concludendo, il mio consiglio è quindi quello di provare, non costa nulla! (beh, a dirla tutta qualche soldino lo devi spendere).
Devo confessarti che sto pensando di acquistarne una io stesso, sono davvero curioso.


✅ Bene, se ti è piaciuto l’articolo ti chiedo di condividerlo sui tuoi social preferiti, mi faresti davvero piacere.

👉 Iscriviti al mio Canale Youtube!
👉 Lascia inoltre un bel Mi Piace alla mia Pagina Facebook per non perderti nemmeno un articolo del blog.

Noi ci rileggiamo col prossimo articolo 🙂

Alessio


📖 Fonte articolo: berkeleywellness.com

Rispondi

error: