Ben ritrovato sul blog 😊

Ho di recente finito di leggere “Fino a cent’anni” del dott. Filippo Ongaro, libro davvero interessante e ricco di spunti stimolanti.
Ho trovato molto interessante il concetto di ‘Nutrizione Potenziativa’, argomento di questo articolo.

Ma prima, per chi non lo conoscesse, andiamo a presentare il dott. Filippo Ongaro.

Il dott. Ongaro è il primo medico italiano certificato in medicina anti-aging (anti-invecchiamento).
Nel 2000 inizia a lavorare stabilmente presso l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) come medico d’equipaggio e ha l’opportunità di lavorare a stretto contatto con numerosi centri di ricerca europei ed internazionali. In particolare il Dr. Ongaro si è occupato dello sviluppo di protocolli per rallentare l’invecchiamento accelerato a cui sono esposti gli astronauti e per ottimizzarne la riabilitazione una volta tornati a terra.

Inutile dire che è una delle figure di riferimento in Italia per quanto riguarda salute e prestazione fisica.
E’ anche molto attivo sulla sua pagina Facebook e YouTube, seguitelo! 😊

Fatta questa doverosa introduzione, andiamo a parlare di Nutrizione Potenziativa.

 

CHE COS’E’ LA NUTRIZIONE POTENZIATIVA

Il dott. Ongaro definisce la Nutrizione Potenziativa come

“un approccio alimentare che non mira solo ad eradicare le cattive abitudini ma anche ad elaborare una strategia nutrizionale completa, finalizzata a potenziare le capacità funzionali dell’organismo, ad ottimizzare le proprietà di riparazione genetica e a mantenere il metabolismo in uno stato anabolico e riparativo”.

All’interno del libro “Fino a cent’anni”, stila i 10 punti essenziali di una Nutrizione Potenziativa. Vediamoli.

LE 10 REGOLE DELLA NUTRIZIONE POTENZIATIVA

1. MANGIA ALIMENTI VERI

Evitare il più possibile i cosiddetti ‘cibi spazzatura’, ossia gli alimenti lavorati, confezionati e processati industrialmente.
Lo so, la Nutella è buona, come non darti ragione!
Se proprio non riesci a farne a meno cerca almeno di non metterla anche nell’insalata!

(Te lo assicuro, è buona anche se condita normalmente! 😉 )

Inoltre, quando possibile, preferisci alimenti biologici e naturali.

 

2. VERDURA COME BASE DEI PASTI PRINCIPALI

La verdura, come penso tu sappia, è ricchissima di micronutrienti e sali minerali, essenziali affinché il tuo corpo funzioni al meglio.

Mi piace pensare a questi micronutrienti come l’olio che necessitano gli ingranaggi della tua macchina chiamata corpo umano.
Se gli ingranaggi sono ben oliati, tutta la macchina funzionerà al meglio delle sue possibilità!

 

3. CARBOIDRATI, PROTEINE E GRASSI CORRETTI

Carboidrati, proteine e grassi costituiscono i cosiddetti Macronutrienti, ossia le biomolecole che il nostro corpo necessita in grandi quantità, a differenza dei micronutrienti, per esempio.

Esistono però forme diverse di ognuna di queste tre categorie di alimenti.
E’ importante quindi saper distinguere le fonti corrette e salutari da quelle nocive per il nostro corpo.

Mangiare 200 gr di riso integrale è una cosa completamente diversa che abbuffarsi di Nutella a merenda!
(Lo so, in questo articolo ce l’ho con la Nutella, che non me ne vogliano alla Ferrero!)

 

4. USA METODI DI COTTURA POCO AGGRESSIVI

La cottura degli alimenti altera profondamente il loro profilo nutritivo arricchendoli di potenziali tossine e diminuendo le loro capacità potenziative.

Da qui deriva la corrente alimentare definita Crudismo: gli aderenti al Crudismo si nutrono solo di alimenti crudi di origine vegetale eliminando ogni tipo di cottura.

Senza arrivare a questi discutibili estremi, puoi migliorare notevolmente la qualità dei tuoi cibi optando per esempio per una cottura al vapore quando possibile.

 

5. PREPARA UN PIATTO UNICO

Il dott. Ongaro consiglia per i pasti principali la preparazione di un piatto unico composto per il 50% da verdure, 25% da cereali integrali e 25% da proteine sane come il pesce.

 

6.TIENI BASSA L’INSULINA

L’insulina è un ormone dal doppio effetto: aiuta ad assimilare i nutrienti a livello muscolare dopo un allenamento fisico, utile per la costruzione di massa muscolare, ma anche a destinare le calorie in eccesso nel tessuto adiposo (la tua pancetta).

La secrezione dell’insulina è stimolata in particolare dagli zuccheri.

Ottimo sarebbe quindi assumere i Carboidrati dopo il tuo allenamento quotidiano.
(Perché ti alleni quotidianamente, giusto? Lo sai quanto è importante l’allenamento fisico per la tua Energia e Salute?)
Questo farà sì che gli zuccheri assunti vadano a nutrire il muscolo piuttosto che la tua panza.

 

7. RIDUCI L’APPORTO DI GLUTINE

Pare che il Glutine sia potenzialmente dannoso anche per le persone non celiache.
Sembrerebbe avere un ruolo infiammatorio a carico della mucosa intestinale.

Il dott. Ongaro consiglia quindi di sostituire i cereali contenenti Glutine, come il Frumento (la pasta, il pane, …), con altri cereali che ne sono privi, come Riso, Mais, Miglio, Sorgo, Quinoa, Grano saraceno, Amaranto

 

8. RISPETTA IL ‘TIMING’ DELLA NUTRIZIONE

Gli alimenti hanno azione ed effetti diversi in base al momento in cui vengono assunti.

Ad esempio, dopo l’attività fisica, viene a crearsi una cosiddetta ‘finestra anabolica’ ossia una teorica finestra temporale di qualche ora nella quale i muscoli risultano essere più recettivi nei confronti dei nutrienti.
E’ importante quindi assumere carboidrati e proteine dopo un allenamento per sfruttare al massimo questa capacità dei nostri muscoli.

 

9. USA CIBI IPER-NUTRIENTI E NON IPER-CALORICI

Gli alimenti industriali sono ricchi in calorie e poveri in nutrienti, al contrario degli alimenti naturali.
La prossima volta che al supermercato ti fermi davanti allo scaffale della… Nutella (!!!), datti uno schiaffone e corri al reparto frutta e verdura, mi ringrazierai!

 

10. UTILIZZA INTEGRATORI ALIMENTARI MIRATI

Sul tema integratori dovrei dedicare una miriade di articoli e più avanti tratterò sicuramente l’argomento.

Qui ci limitiamo a dire che secondo il dott. Ongaro senza l’utilizzo di integratori mirati (per intenderci: non i multi-vitaminici che trovi in farmacia!) è molto difficile lavorare nell’ottica di una Nutrizione Potenziativa.

I cibi odierni sono carenti di molti micronutrienti (dovuti anche al metodo di coltivazione moderna) ed è necessario integrarli se vogliamo godere di salute e prestazione a 360°.

 

 

Queste sono le 10 regole di base che il dott. Ongaro considera fondamentali per una Nutrizione Potenziativa contenute nel suo libro “Fino a cent’anni”.

Spero con questo articolo di averti fornito degli spunti utili che potrai utilizzare ed approfondire per prenderti cura al meglio del tuo corpo e raggiungere quel livello di energia necessario, usando un’espressione del dott. Ongaro, per vivere una vita a pieno.

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo sui tuoi social preferiti utilizzando i pulsanti qua sotto, mi faresti davvero un gran piacere e aiuteresti questo progetto a crescere.

Lascia un bel Mi Piace alla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato sui nuovi articoli in uscita.

Noi ci rileggiamo col prossimo articolo 😊

Leave a comment